Lo aspettavo. Un’attesa di cui non avevo coscienza. Il suo colore era indefinito, una sfumatura d’oro mescolata al nero più puro. Un quadro dalle pennellate lievi. La mia anima lo sapeva bene: non potevo trattenerlo né toccarlo. Dargo non esisteva, galleggiava in un mondo sospeso tra reale e irreale. Aveva la consistenza impalpabile di un sogno al risveglio. Eppure lo sentivo, era dentro di me.
Se avesse voluto la mia vita, gliel’avrei data.

Scarica gratuitamente il primo capitolo di Nero Assolutoclicca qui.

Acquista subito l’ebook su Amazon, clicca qui.